About Author: Team del Gusto

Posts by Team del Gusto

0

Andrea Bargnani alla manifestazione enogastronomica “Gustosando in Valtellina”

Parte con il piede giusto l’edizione 2018 di “Gustosando in Valtellina”. I dati ufficiali raccolti nel primo weekend dal Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno indicano il palese apprezzamento riscontrato dagli itinerari enogastronomici in bassa Valtellina e valli.

L’aumento rispetto all’analogo fine settimana nel 2017 è del 61%. A fare la parte del leone i percorsi tra Dazio e Civo e il “Sentiero del vino” che hanno addirittura raddoppiato i pass venduti rispetto all’anno scorso.

In questo senso le vendite online avevano già fornito al Consorzio dei segnali precisi: il 100% del fatturato web del 2017 infatti è già stato raggiunto all’inizio della rassegna che, per altri tre weekend, proporrà percorsi all’insegna di gusto e cultura sulla Costiera dei Cech, in Valgerola e nella Valle del Bitto di Albaredo.

manifestazione enogastronomica “Gustosando in Valtellina”E a suggellare questo inizio con il vento in poppa di Gustosando, con 1.154 pass venduti tra sabato e domenica, è arrivata anche la chicca della partecipazione della stella del basket NBA Andrea Bargnani. L’ex prima scelta assoluta NBA infatti ieri ha fatto tutto il percorso a Gerola Alta. Soprannominato “Il Mago”, è stato il primo giocatore europeo a essere selezionato come first pick draft 2006 dai Toronto Raptors. Diventò così il primo giocatore italiano ad essere chiamato al primo giro, il primo europeo nella storia ad essere selezionato come numero uno assoluto, il secondo non formatosi cestisticamente negli Stati Uniti e il sesto non americano.

Ha riscontrato notevole interesse inoltre il racconto social che ha immortalato i caratteristici luoghi montani di Gustosando: immagini e filmati postati live all’insegna del “senza filtro”.

Orari e programma online su www.gustosandoinvaltellina.com.

Calendario:

  • 6/7 ottobre Dazio e Civo;
  • 6/7 ottobre Gerola Alta;
  • 7 ottobre Sentiero del Vino;
  • 6/7 e 13/14 ottobre Albaredo per San Marco;
  • 6/7 e 13/14 ottobre Mello in Cantina e Bollicine nelle corti;
  • 6/7 e 13/14 ottobre Traona in Cantina;
  • 27/28 ottobre Invölt da Dubin.

I pass sono acquistabili su www.gustosandoinvaltellina.com, ad esclusione del “Sentiero del vino” per cui è obbligatoria la prenotazione al numero 0342 601140. Inoltre, durante i giorni della manifestazione, si potranno comprare a Morbegno in piazza S. Antonio e in piazza Bossi, e in loco, nei vari punti vendita dei comuni coinvolti.

Trasferimenti comodi grazie alle navette gratuite da Morbegno, con partenza 30 minuti prima dell’apertura e ritorno fino a 30 minuti dopo la chiusura: piazza Bossi per Dazio e Civo, Sentiero del Vino, Mello e Traona; via Rivolta per Gerola Alta; piazza Sant’Antonio per Albaredo per San Marco. L’accesso ai tour enogastronomici è consentito esclusivamente ai possessori del pass, che include le degustazioni di prodotti tipici abbinati ai vini e il calice ufficiale della manifestazione. Inoltre dà diritto all’utilizzo delle navette ed è valido per l’intero fine settimana prescelto. Previsto il pass ridotto per i minori e gli astemi, a cui verrà consegnata una bottiglia d’acqua invece del bicchiere.

0

Sicilia da mangiare: i tour del gusto!

La Sicilia Dop, Doc, Igp passa per alcune località, di inconfondibile fascino e le cittadine del nostro itinerario passano per Etna, Catania, Siracusa, Noto, Vittoria e Ragusa.

In questi luoghi si conoscono e si apprezzano grazie alle tante sagre, feste, rassegne ed eventi che fanno da manifesto.

Agrumi e arancia Rossa

pugliaDa Catania a Siracusa si estendono ettari e ettari di agrumeti, noti in tutto il mondo e contrassegnati dall’indicazione geografica protetta. Al centro dell’attenzione l’Arancia Rossa nelle tre varietà moro, tarocco e sanguinello. Come non citare anche il limone Femminiello della piana di Siracusa, con i suoi tre frutti pregiati: bianchetto, primofiore e verdello.

Il Ficodindia, simbolo e rappresentante eccelso dell’Isola, che caratterizza l’Etna per nascere proprio lì più dolce e per espandersi a vista d’occhio, dove vi sono le famose vigne a puntellare le Strade del Vino dell’Etna, una Doc che si lascia stimare nelle eccellenti qualità del bianco, rosso e rosato.

Ed eccoci a Bronte e al suo frutto verde, il pistacchio. Famoso il pistacchio di Bronte per essere l’ingrediente principe di salse, dolci, creme, impasti base per torroni e confetti.

E dopo il pistacchio, eccoci a Noto, dove vi sono le famose mandorle. Le mandorle si raccolgono ancora così: andando a battere contro i rami degli alberi con canne lunghe, e sotto immensi teli distesi per accoglierle e raccoglierle.

Dopo si toglie il mallo e si lasciano asciugare sotto i raggi infuocati del sole; vengono poi private del guscio e della pelle e finisco per essere lavorate e rielaborate per dar vita ai dolci della migliore tradizione dolciaria siciliana: pasta reale, dolcetti da riposto, martorana, torroni, conchiglie, amaretti, cassata, il latte di mandorla.

Parliamo del piccolo ma gustosissimo ‘pachino’, il pomodorino che viene cresciuto nella zona omonima. Ve ne sono tre diverse varietà: costoluto, a grappolo e tondo liscio.

Il pachino è rinomato per il suo sapore intenso, una texture croccante, e per essere un prodotto molto versatile in cucina. Col pachino si possono ottenere sughi incredibilmente buoni, ma anche condire altri piatti a base di pesce, tanto per fare un paio di esempi.

E dopo il pomodorino, tocca passare per i vasti e sconfinati pascoli del ragusano dove prendono forma i celebri formaggi del territorio. Da queste pascoli viene prodotto il latte da cui nasce il ragusano dop a pasta filata, detto anche il lingotto degli iblei. Un altro formaggio molto pregiato del territorio è il ‘cascavaddu’, un prodotto dal sapore intenso e deciso.

E per concludere, un assaggio di ottimo cioccolato, passando per Modica, dove viene prodotto un cioccolato genuino, puro e fondente.

Ringraziamo, per la stesura dell’articolo il sito Optatravel.com, specializzato in viaggi, con offerte, codici sconto e notizie sempre aggiornate.

0

Perché la Sicilia è una delle mete preferite per le vacanze

Non è un segreto dire che la Sicilia sia una delle mete preferite per le vacanze dei turisti di tutto il mondo. Sarà perché racchiude in sé tutto ciò che una vacanza può proporre come divertimento, relax e avventura o forse perché la sua bellezza la rende unica e affascinante. Fatto sta che in Sicilia tutti i viaggiatori decidono di andare almeno una volta nella vita e, spesso, anche più di una volta perché ci sono così tante attrazioni da scoprire che può essere difficile farlo in un unico viaggio pur lungo che sia.

Terra ricca di arte e architettura, di spiagge mozzafiato e percorsi in collina, di divertimento e relax. Scegliere la Sicilia per un viaggio all’insegna della bellezza è una soluzione perfetta per chi ama vivere forti emozioni e fare esperienze uniche perché è un luogo che resta dentro, che lascia il segno sia per le sue bellezze che per le sue atmosfere, la sua accoglienza, il suo calore.

Destinazione adatta sia per grandi che per piccini, la Sicilia è una delle mete preferite per le vacanze   di tutta la famiglia proprio perché propone numerose e diverse attività.

Arrivare in Sicilia con il traghetto

mete preferite per le vacanzeIl modo più utilizzato e meno costoso per raggiungere la Sicilia è il traghetto. Per questo ogni anno in estate i turisti lo scelgono come mezzo per regalarsi dei giorni all’insegna del calore e della bellezza dei luoghi storici oltre che del mare da cartolina.

Per conoscere la spesa effettiva basta calcolare il costo traghetto dal porto di Villa San Giovanni a Messina con auto.

Lo scalo principale per raggiungere l’isola è proprio il porto di Villa San Giovanni, sul canale di Messina. È il principale perché permette un passaggio più rapido rispetto a tutte le altre possibilità. La durata della traversata è di circa 40 minuti e le corse ci sono a tutti gli orari e in tutti i periodi dell’anno.

Rispetto all’opzione del viaggio in aereo (anche i last minute), il traghetto rappresenta una soluzione sicuramente meno costosa. Considerato che non si tratta di viaggi di lavoro è anche piacevole scoprire luoghi sconosciuti attraverso il mare con una traversata in traghetto.

Come muoversi in Sicilia

Considerato che si tratta dell’isola più grande d’Italia nonché del Mediterraneo con i suoi 390 comuni, è impensabile visitare la Sicilia senza un’auto a disposizione. È possibile portarla da casa oppure noleggiarla (soluzione sempre più frequente), l’importante è non restare a piedi perché ciò comporterebbe la perdita di luoghi incantevoli e unici.

Oltre all’auto, un altro mezzo da poter utilizzare è il treno che unisce le varie città, anche se come comodità non ha niente a che vedere con l’auto in cui è possibile trasportare tutti i bagagli che portiamo con noi senza dover rispettare orari imposti.

Se si tratta di un weekend in una città siciliana, il discorso cambia perché in quel caso è opportuno visitare tutte le attrazioni muovendosi a piedi o utilizzando i mezzi pubblici.

0

Capodanno 2017 in Riviera Romagnola

La Riviera Romagnola durante le vacanze invernali? Durante il freddo del Natale? Con cappotto e sciarpa? Ogni grande successo nasce con la forma di un’idea insolita e porta con sé molti interrogativi.

Un capodanno in Riviera Romagnola nasconde grandi sorprese, eventi nei punti turistici più rinomati ed attrazioni che non potrete trovare al di fuori di questo periodo dell’anno.

Capodanno 2017 Rimini

capodanno 2017 in rivieraIniziando dal centro d’attrazione più noto, Rimini, l’offerta è davvero ampia e variegata secondo tutte le preferenze del pubblico. Si va dalla musica elettronica del Teatro Galli, selezionata da una dj d’eccezione prestata all’arte del mix per una notte, Skin, ad un concept dedicato alle famiglie con bambini: al Rimini Ice Village, infatti, si terrà il capodanno dei bambini, animato dalla musica di Casadei Danze. L’evento principale della serata sarà però ospitato da Piazzale Fellini, presso il quale si esibirà in concerto Francesco Renga.

Gabicce Mare

Per un capodanno davvero esplosivo, la Riviera Romagnola offre altri punti di vero interesse che molti giovani preferiscono alle più tradizionali piazze. L’esempio certamente più conosciuto è quello di Gabicce, nei cui pressi sorgono le colonne romane della Baia Imperiale. Grande occasione per trascorrere il più classico dei capodanni, ma con la possibilità di riservarsi una dinamica notte di San Silvestro.

Gabicce è inoltre in grado di offrire sistemazioni all’altezza delle vostre vacanze. Numerose le alternative a livello di strutture ricettive, dagli hotel ad accoglienti b&b, da case private ai residence Gabicce mare.

Cervia e Cesenatico

Gli altri centri della Riviera Romagnola non sono comunque da meno. È ormai tradizionale l’Incendio del Magazzino, spettacolo pirotecnico che si tiene presso i Magazzini del Sale di Cervia. Sicuramente una manifestazione piena di fascino a cui assistere e da raccontare ad amici e conoscenti.

In Piazza Ciceruacchio, a Cesenatico, saranno di scena I Sensi di Colpa, band giovane che miscela con sapienza musica e video proponendo un repertorio anni ’70 e ’80 che animerà la festa della città. L’intrattenimento musicale e visivo è un mix di divertimento e sperimentazione che potrà dare al vostro capodanno un tocco alternativo e memorabile.

Capodanno a Cattolica

Tanti e vari saranno invece gli spettacoli che offrirà Cattolica. Il concerto della Dino Gnassi Corporation Band sarà il centro di molteplici esibizioni musicali con dj set per ogni gusto in giro per il centro urbano.

Capodanno a Misano Adriatica e Milano Marittima

Molto animata è anche la festa diffusa che si terrà a Misano Adriatica: qui saranno numerosi gli spettacoli in giro per il centro, con la musica che farà la parte del leone. Presso i locali storici di Misano, inoltre, non mancheranno cenoni e countdown prima della mezzanotte.

Ultimo, ma non per importanza, il capodanno di Milano Marittima. Per il 2017 il programma è quanto mai vario, grazie alle molte discoteche e alla larga scelta di locali e ristoranti che mette a disposizione dei visitatori.

0

Visitare la città di Roma, dove andare e cosa vedere

Roma è detta la “citta eterna” per la bellezza delle sue opere e per l’importanza storica che ha avuto nel corso dei secoli fin dai tempi dell’impero romano.

Secondo la leggenda, Roma fu fondata da due fratello gemelli, Romolo e Remo 700 anni prima della nascita di Gesù Cristo. Sul colle Palatino, secondo la leggenda, sono state fondate le basi per erigere questa città che nel corso dei secoli è diventata una metropoli.

Ancora oggi, passeggiare per le strade di Roma vi farà respirare un’atmosfera che vi porterà indietro nei secoli. Ecco, alcune delle principali attrazioni che è possibile visitare durante il vostro soggiorno a Roma.

Il Colosseo, il simbolo di Roma

visitare romaIl Colosseo, rimane il monumento più simbolico di Roma. Una struttura imponente, che ha superato indenne il trascorrere dei secoli e dell’erosione degli agenti atmosferici è ancora in ottime condizioni. All’interno della sua arena, migliaia di gladiatori si sono confrontati per la gioia dell’imperatore e degli abitanti di Roma accorsi ad assisterli.

Nel periodo estivo, il Colosseo apre le sue porte anche di notte. Illuminato da una flebile luce, gli archi e le gradinate ci permettono d’immaginare la bellezza che potevano ammirare gli spettatori che entravano in questo capolavoro dell’ingegno romano.

Il Pantheon, un luogo di culto

Nelle vicinanze dell’Arco di Costantino, è possibile leggere un’iscrizione rivolta al Pantheon “ispirato da Dio”. Questo edificio, uno dei più antichi tra quelli costruiti dall’impero romano, a differenza degli altri templi dedicati a un solo dio era un luogo di culto dove era possibile adorare tutti gli dei. Al suo interno, persone comuni o di lignaggio illustre avevano la possibilità di adorare Giunone il dio della fertilità o Marte il dio della guerra.

Una volta oltrepassata la cupola centrale, è possibile fermarsi e ammirare la magnificenza di questo edificio nella stessa posizione dove si sono fermati imperatori, gladiatori, mercanti o comuni viaggiatori per quasi due millenni.

Fontana di Trevi

Situata nel centro della città di Roma, ben celata in un dedalo di strade ricche di negozi e ristoranti è possibile trovare la Fontana di Trevi. Nessuna vacanza romana è completa se non si esprime un desiderio lanciando una moneta nella Fontana di Trevi. Lanciando una moneta, si esprime il desiderio di tornare in futuro ancora in questa magnifica città capitale dell’Italia.

Roma è una città magnifica, che non aspetta altro che di essere scoperta a passo d’uomo. Infatti, il modo migliore per visitarla è proprio quello di mettersi un paio di comode scarpe e iniziare a perdersi per le sue vie.

Questo articolo è stato scritto con l’aiuto di hotel day use Roma, una struttura ricettiva a Roma dotata di lussuose camere dotate di tutti i comfort. Al termine della vostra giornata alla scoperta di Roma, potrete godervi un bagno rilassante e fare due chiacchiere al bar dell’hotel sorseggiando un drink.

0

Street food a Napoli: un week end all’insegna del cibo di strada

Visitando l’Europa capita di farsi venire l’acquolina in bocca passando attraverso i tanti food market che si possono incontrare. Lo street food, il cibo di strada, infatti impazza nelle piazze di tutta Europa e ormai da anni è uno dei motivi di attrazione per visitare tante città. Ma anche in Italia questa voga sta arrivando prepotentemente, coinvolgendo migliaia di turisti ogni giorno, offrendo piatti tipici di ogni cucina, a prezzi molto convenienti. Tra le tante città dove lo street food è ormai consuetudine, Napoli si distingue proprio perché qui, prima che arrivasse il termine street food si imponesse, il cibo di strada aveva già una lunga tradizione.

E se a Napoli i sapori sono un tratto caratteristico, come non pensare di fare un salto per visitare la città approfittando dei tanti angoli dove è nascosta la meraviglia dello street food partenopeo. Al giorno d’oggi una fuga per un week end all’insegna dei sapori e della bellezza è cosa semplicissima ed economica, soprattutto se ogni tanto si da una occhiata  alle offerte Italo su Groupon.it o ci si iscrive a vari servizi di couponing online.

Per chi impazzisse all’idea di un tour gastronomico tra le meraviglie della cucina napoletana, ecco qualche spunto interessante dove fare una breve sosta piena di piacere per i sensi.

Street Food a NapoliLo street food napoletano è un po’ il paradiso del fritto, ma del fritto buono e sano. E come allora non citare subito la Friggitoria Vomero in via Domenico Cimarosa, famosissima per i suoi “cuppetielli di carta”, dei simpatici coni dentro da riempire ti tanti piccoli fritti squisiti come crocché, arancini e fritturine di ogni tipo.

Di Matteo, in via dei Tribunali, è un altro dei posti da mettere in cima alla lista dei migliori street food di questa città. Dalle frittatine di pasta, alle montanare, alle pizzette a portafoglio e fino alle pizze fritte, questo posto invita con una vetrina colma di tutto il cibo di strada più fedele alla tradizione locale.

La focaccia della signora è un altro posto sorprendente. Questo posto, aperto nel 1962, dall’aspetto semplice nasconde paradisi gastronomici di ogni tipo come focacce, rustici, taralli. La trovate in via Saverio Altamura, ma attenzione: potreste perderci più tempo del previsto in questo piccolo paradiso.

La Paninoteca di Ciro Mazzella è invece grande esperta nella preparazione di panini. È un piccolo chiosco in via Panoramica. Per arrivarci, essendo un po’ fuori dal centro, basterà recarvi nella zona di via Panoramica e seguire l’inconfondibile odore che dal chiosco invade dolcemente la strada.

Per chi volesse una pausa pranzo un pochino più distesa, invece del boccone mangiato in piedi, Cibi cotti è il posto che fa per voi. In via Ferdinando Galiani, questo posto è uno dei posti dove trovare la cucina da tavola tradizionale napoletana. Pasta e fagioli, pasta e lenticchie, parmigiana di melanzane, peperoni imbottiti e tante altre specialità vi attendono per un break completamente in stile partenopeo.

L’antico tarallificio da Poppella è invece famosissimo per il suo pagnottiello di pasta di pizza farcito con formaggio, cicoli e pepe. Un vero classico! Ma tantissimi sono i posti in cui una sosta può valere un’emozione. Ma anche posti come Gastronomia Arfè, Eccellenze Campane o Esterina Sorbillo pizza fritta sapranno di sicuro richiamare la vostra attenzione con il colore dei suoi cibi e gli inconfondibili odori che emanano.

A Napoli basta davvero dare uno sguardo alle vetrine e ai banchetti di cibo per capire dove e cosa prendere. Un week end così ricco di cibo e allegria per le strade di questa città è di sicuro un qualcosa che vi porterete nel ricordo e che vi darà tanti motivi per un fuga al primo fine settimana libero.

0

Esperienza al Villaggio Riva Marina Resort

Quando si organizza una vacanza al mare, sicuramente tra le nostre esigenze principali vi è, da un lato, il divertimento e dall’altro il relax: tutte caratteristiche che possono essere tranquillamente rispettate scegliendo, per la nostra vacanza, una località turistica situata in posizione strategica come la Puglia, ed in particolare il Salento che è una delle più interessanti e preferite da chi opta per questa interessantissima regione italiana.

Nello specifico, una località turistica davvero interessante è Carovigno, situata proprio nel Salento: qui il sole, il mare e la spiaggia pulita con sabbia finissima la fanno da padroni, offrendo al turista la sensazione massima di divertimento e di relax, che è poi tutto ciò che un turista può desiderare da una vacanza.

Perché scegliere il Riva Marina Resort

Tra le varie opzioni, consideriamo, per esempio, l’offerta del villaggio Riva Marina Resort che è una delle località turistiche più interessanti del Salento, per le seguenti caratteristiche:

  1. Villaggio Riva MarinaIl villaggio è situato a Carovigno, in particolare al confine tra il Salento e la conosciuta ed apprezzata “Valle d’Itria”: è, quindi, in una posizione altamente strategica in quanto offre diverse opportunità sia al turista che vuole rilassarsi in un mare cristallino, sia al turista che vuole ritemprarsi all’ombra di un ulivo secolare. La sua posizione strategica lo rende, quindi, uno dei villaggi preferiti da varie tipologie di turisti, e non solo da chi, nel villaggio, ricerca animazione e divertimento.
  2. Il villaggio Riva Marina Resort è anche dotato di tutta una serie di servizi che lo rendono unico nel suo genere: chi non vuole spostarsi, infatti, può avere tutto a portata di mano all’interno del villaggio stesso, dotato pertanto di tutti i comfort ottimali per un turista. Al suo interno si possono trovare opportunità di divertimento per i più piccoli – con servizi di animazione e strutture appositamente adibite per loro – e per i più grandi, ma anche varie postazioni relax, con tanto di centro benessere.
  3. Oltre alle strutture interne che garantiscono una ottimale risposta per tutti coloro che vogliono vivere la loro vacanza all’interno del resort, nell’offerta del villaggio Riva Marina Resort non possiamo dimenticare anche l’estrema vicinanza dal mare. Infatti, il resort è situato a soli 900 metri dalla spiaggia, che è comodamente raggiungibile con due trenini che effettuano un servizio continuato. Vi è poi anche una spiaggia libera adiacente – a circa 500 metri – che si può raggiungere comodamente a piedi offrendo a chiunque la possibilità di divertirsi e di ritemprarsi.
  4. Ha un servizio specifico anche per le persone diversamente abili, per le quali vi è un occhio sempre attento e professionali: all’interno della struttura stessa, infatti, si possono trovare ombrelloni e sedie per offrire agli ospiti diversamente abili ogni opportunità di comfort anche grazie all’abbattimento delle barriere architettoniche.
  5. La vacanza presso il villaggio Riva Marina Resort ha un costo adeguato, ed in linea con le offerte del mercato: tutto ciò che si vuole ottenere da una vacanza lo si può avere proprio grazie a questa interessantissima struttura dotata di ogni servizio e comfort.
0

Opinione del Villaggio Voi Alimini Resort

Al giorno d’oggi, una delle esigenze più importanti che si presentano agli occhi di un turista o di una persona che intraprende un viaggio consiste nel divertirsi, nel rilassarsi e nel riprendere le energie perdute durante un anno trascorso tra beghe di lavoro, scartoffie da ufficio, e situazioni familiari più o meno complicate.

Quando si prenota una vacanza, quindi, la prima cosa che si dovrebbe pensare è la possibilità di ottenere, proprio da quei giorni di vacanza, tutte le energie che ci servono per affrontare i prossimi mesi: una volta rientrati dalla nostra località di vacanza, sia essa culturale, sociale o all’insegna del relax e del divertimento, dovremo essere pronti a utilizzare tutte le energie che abbiamo recuperato proprio grazie a questa vacanza.

Ma tra le varie tipologie di vacanze che possiamo ottenere, sicuramente quella che maggiormente è tra le preferite non solo dei giovani, ma anche di coloro che necessitano di recuperare le forze, è la vacanza al mare: ed è proprio di questa vacanza – che nello specifico potrebbe svolgersi in una delle località marittime italiane per eccellenza, come il Salento – che parliamo oggi, soffermandoci sulla località Laghi Alimini, ed in particolare sul villaggio Voi Alimini Resort.

Un villaggio all’insegna del relax e del divertimento

Villaggio Voi AliminiSe non hai ancora prenotato al villaggio Voi Alimini di Otranto, sappi che potresti ottenere moltissimi vantaggi pensando alla tua vacanza proprio in questa località.

Tra i vantaggi di chi ha prenotato al villaggio Voi Alimi di Otranto, sicuramente c’è quello di poter usufruire di una scelta davvero ideale per visitare le più importanti località del Salento grazie alla posizione strategica di questo villaggio, che ci consente sia di fare riferimento alla conoscenza della cultura e delle tradizioni, sia di optare per qualche giorno al mare.

Infatti, il villaggio si trova in una posizione vantaggiosa sia per chi vuole una vacanza all’insegna della cultura, e delle conoscenze anche culinarie, oltre che storiche ed artistiche, sia per chi vuole semplicemente ritemprarsi al sole, in una spiaggia pulita, ben curata e dalla sabbia finissima e dorata.

Caratteristiche del villaggio Voi Alimini Resort

Il villaggio Voi Alimini Resort, infatti, presenta le seguenti caratteristiche:

  • Si trova a 150 metri dal mare: questo significa che il turista può apprezzare anche le bellissime dune di sabbia ed il mare pulito e cristallino, muovendosi direttamente a piedi dal villaggio;
  • È dotato di ogni comfort e di ogni servizio per il cliente, che potrà utilizzare anche diverse strutture sportive (campi di calcetto e campi da tennis, aree per baby che lo rendono quindi anche una scelta ideale per le famiglie, e piscina), ma anche ristorante climatizzato e bar, sala fitness, e molte altre opportunità;
  • È una località turistica ricca di opportunità di divertimento ed animazione, ma è anche elegante e funzionale;
  • Situato tra Lecce e Santa Maria di Leuca, rappresenta la scelta ideale per visitare le principali località turistiche della zona trovandosi praticamente in una posizione ampiamente vantaggiosa per il turista, ad un costo davvero ottimale, per una gamma di Prezzi che oscilla tra 66 € e 154 €.
0

Il Gustadom: passeggiata tra enogastronomia e cultura

“Il Gustadom è un percorso all’insegna della convivialità, del gusto e della memoria in cui cibo, vino e cultura si incontrano formando un legame unico e indelebile come la passione che accomuna i borghigiani del Rione Cattedrale”

Il Gustadom 2015Il Rione Cattedrale del Palio di Asti, ogni anno dal 2000, organizza, il primo fine settimana di giugno, il Gustadom. L’evento, giunto alla sua XV edizione, è tra le manifestazioni culturali ed enogastonomiche più seguite sul territorio regionale, ormai conosciuta e frequentata da migliaia di persone.

Si tratta di una passeggiata enogastronomica nei giardini storici, le vie e gli angoli più suggestivi del Rione Cattedrale, occasione unica per vedere scorci magici intorno alla splendida Cattedrale di Asti.Volantino 'Il Gustadom'

La ricerca dei piatti, delle materie prime migliori e l’unicità delle ambientazioni fanno del Gustadom una manifestazione unica, il connubio perfetto tra le massime espressioni culturali e quelle enogastronomiche del nostro territorio.

All’ombra della Cattedrale, che è non solo la chiesa più grande del Piemonte ma anche il suo principale monumento gotico, si snoda il percorso del Gustadom. Nei punti ristoro si potranno degustare piatti tipici della cucina artigiana e piemontese abbinati ai vini migliori del territorio. Molte sono le realtà che collaborano alla manifestazione, enti locali e privati, pro-loco e associazioni, per rendere ogni anno il Gustadom più speciale.

Tra le delizie proposte in questi anni troviamo: carne cruda all’astigiana battuta al coltello, frittata d’ortiche, friciula con il lardo, peperoni con bagna caùda, selezioni di formaggi e salumi, agnolotti e agnolotti gobbi piemontesi, polenta, tajarin, lingue di suocera e molti tipologie di dolci, tra cui citiamo il Mon di Mongardino. In alcune edizioni, il Comitato Palio Rione Cattedrale, per rendere ancora di maggior pregio la propria manifestazione, ha collaborato con Slowfood, inserendo tra i piatti, presidi enogastronomici impareggiabili tra cui la robiola di Roccaverano.

In occasione delle Celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, nel 2011, il Gustadom, con la collaborazione di Slowfood, si è vestito col tricolore, aprendo a piatti e specialità provenienti da tutto il territorio della penisola.

Durante il primo fine settimana di giugno, nel Rione Cattedrale, molte sono le manifestazioni collaterali al Gustadom che ampliano ulteriormente l’offerta culturale: mostre fotografiche, di pittura, concerti e conferenze.

Il Gustadom si propone come celebrazione delle unicità che Asti offre: cibo, vino e cultura e vuole essere un percorso all’insegna della convivialità, del gusto e della memoria.

Quest’anno, il Gustadom si svolgerà nelle date di Venerdì 5 e Sabato 6 Giugno dalle 20, Domenica 7 Giugno dalle 12. Tra le iniziative enogastronomiche saranno presenti alcune importanti novità e la riconferma di piatti che hanno fatto il pregio e la storia della manifestazione.

Rione Cattedrale del Palio di Asti 

Via Carducci 77 14100 Asti  – www.gustadom.it – info@gustadom.it