Street food a Napoli: un week end all’insegna del cibo di strada

Visitando l’Europa capita di farsi venire l’acquolina in bocca passando attraverso i tanti food market che si possono incontrare. Lo street food, il cibo di strada, infatti impazza nelle piazze di tutta Europa e ormai da anni è uno dei motivi di attrazione per visitare tante città. Ma anche in Italia questa voga sta arrivando prepotentemente, coinvolgendo migliaia di turisti ogni giorno, offrendo piatti tipici di ogni cucina, a prezzi molto convenienti. Tra le tante città dove lo street food è ormai consuetudine, Napoli si distingue proprio perché qui, prima che arrivasse il termine street food si imponesse, il cibo di strada aveva già una lunga tradizione.

E se a Napoli i sapori sono un tratto caratteristico, come non pensare di fare un salto per visitare la città approfittando dei tanti angoli dove è nascosta la meraviglia dello street food partenopeo. Al giorno d’oggi una fuga per un week end all’insegna dei sapori e della bellezza è cosa semplicissima ed economica, soprattutto se ogni tanto si da una occhiata  alle offerte Italo su Groupon.it o ci si iscrive a vari servizi di couponing online.

Per chi impazzisse all’idea di un tour gastronomico tra le meraviglie della cucina napoletana, ecco qualche spunto interessante dove fare una breve sosta piena di piacere per i sensi.

Street Food a NapoliLo street food napoletano è un po’ il paradiso del fritto, ma del fritto buono e sano. E come allora non citare subito la Friggitoria Vomero in via Domenico Cimarosa, famosissima per i suoi “cuppetielli di carta”, dei simpatici coni dentro da riempire ti tanti piccoli fritti squisiti come crocché, arancini e fritturine di ogni tipo.

Di Matteo, in via dei Tribunali, è un altro dei posti da mettere in cima alla lista dei migliori street food di questa città. Dalle frittatine di pasta, alle montanare, alle pizzette a portafoglio e fino alle pizze fritte, questo posto invita con una vetrina colma di tutto il cibo di strada più fedele alla tradizione locale.

La focaccia della signora è un altro posto sorprendente. Questo posto, aperto nel 1962, dall’aspetto semplice nasconde paradisi gastronomici di ogni tipo come focacce, rustici, taralli. La trovate in via Saverio Altamura, ma attenzione: potreste perderci più tempo del previsto in questo piccolo paradiso.

La Paninoteca di Ciro Mazzella è invece grande esperta nella preparazione di panini. È un piccolo chiosco in via Panoramica. Per arrivarci, essendo un po’ fuori dal centro, basterà recarvi nella zona di via Panoramica e seguire l’inconfondibile odore che dal chiosco invade dolcemente la strada.

Per chi volesse una pausa pranzo un pochino più distesa, invece del boccone mangiato in piedi, Cibi cotti è il posto che fa per voi. In via Ferdinando Galiani, questo posto è uno dei posti dove trovare la cucina da tavola tradizionale napoletana. Pasta e fagioli, pasta e lenticchie, parmigiana di melanzane, peperoni imbottiti e tante altre specialità vi attendono per un break completamente in stile partenopeo.

L’antico tarallificio da Poppella è invece famosissimo per il suo pagnottiello di pasta di pizza farcito con formaggio, cicoli e pepe. Un vero classico! Ma tantissimi sono i posti in cui una sosta può valere un’emozione. Ma anche posti come Gastronomia Arfè, Eccellenze Campane o Esterina Sorbillo pizza fritta sapranno di sicuro richiamare la vostra attenzione con il colore dei suoi cibi e gli inconfondibili odori che emanano.

A Napoli basta davvero dare uno sguardo alle vetrine e ai banchetti di cibo per capire dove e cosa prendere. Un week end così ricco di cibo e allegria per le strade di questa città è di sicuro un qualcosa che vi porterete nel ricordo e che vi darà tanti motivi per un fuga al primo fine settimana libero.

Condividilo con gli AmiciShare on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on RedditShare on TumblrShare on StumbleUponShare on LinkedIn